Naviga le slide

Campitello in Val di Fassa

Campitello di Fassa è un paese che sorge ai piedi del Sassolungo e del Col Rodella ed è uno dei paesaggi più magici e suggestivi che è possibile ammirare tra tutto l’arco alpino. In Val di Fassa è considerato uno dei centri più importanti in termini turistici. Ideale per tutti coloro che amano sciare e che desiderano il contatto con la natura. Non solo un paesaggio da cartolina che lascia con il fiato sospeso per la sua bellezza ma anche tante attività da svolgere e luoghi da scoprire.

Il paese in ladino prende il nome di Campedel, per l’imponente mole del Sassolungo. Si trova a 1448 m di altitudine e dal 1850 è diventato famoso per essere luogo di partenza delle esplorazioni dei gruppi nelle Dolomiti. La frazione montuosa del paese è posta a tutela ambientale per la sua particolarità e unicità. Ci sono molti percorsi interessanti da poter fare sia verso Valle dove si trovano i monti di Sella, Sassolungo, Marmolada. Ideali anche i percorsi sciistici verso Col Rodella-Belvedere. Il paese è ubicato perfettamente e permette di raggiungere in pochi minuti tutte le mete più interessanti, sia che si abbia a disposizione la propria automobile che sfruttando i servizi cittadini, ottimamente organizzati. In loco è comunque possibile fare affidamento al noleggio di bici per scoprire la città su due ruote.

 

Alla scoperta delle origini di Campitello di Fassa: tra storia e tradizione

Questo comune italiano vanta 722 abitanti, è uno dei comuni facenti parte della Ladinia ovvero quell’insieme geografico che unisce le quattro valli dolomitiche e il gruppo del Sella, accomunate dall’unità linguistica. In queste aree infatti la lingua principale era ed è ad oggi il Ladino. Il nome deriva dal latino, Campus, e si trova sopraelevato rispetto all’Avisio. L’82.2% della popolazione parla ladino mentre il restante 17.8% parla italiano. I patroni del paese sono i santi Filippo e Giacomo e si festeggiano l’11 maggio. È molto bello partecipare alla festa locale, tradizionale e unica, uno scorcio sulla cultura locale veramente interessante che mostra uno spaccato della vita a Campitello.

La popolazione vive di artigianato, sono molto famose le produzioni di sculture e le attività di intaglio nel legno. Una bellissima idea per coloro che cercano un souvenir è ovviamente sostenere le attività locali. Per quanto riguarda il territorio da un punto di vista geografico, lungo la strada statale 48 sorge la frazione di Cercenà al confine con Canazei, a monte ci sono due piccole frazioni, Pian e Fossel che formano Campitello.

 

Le specialità culinarie della Val di Fassa: il meglio di Campitello

La Val di Fassa si distingue soprattutto a tavola, Campitello in Val di Fassa offre, come altri paesi del circondario, una varietà alimentare incredibile. Notevoli le diverse specialità di miele, le marmellate, i funghi, le lucanine, i vini, le grappe e i due più importanti punti di forza: lo speck e i formaggi. Bisogna assolutamente gustare lo speck alto adige IGP che è una sorta di prosciutto crudo affumicato e stagionato, con un profumo incredibile e un sapore molto deciso. La zona è famosa per la lavorazione particolare che viene riservata a questo prodotto, al punto che il segreto viene tramandato di padre in figlio ed è protetto a livello europeo. L’affumicatura è leggera e la temperatura sfruttata è inferiore ai 20°. Le regole di produzione seguono un’antica tradizione e rendono il prodotto appunto differente rispetto ad ogni altra tipologia in Italia. Tra i formaggi più importanti e deliziosi ci sono il Puzzone di Moena e il Nostrano della Val di Fassa, rispettivamente conosciuti come Spretz Tsaorì e Ciampidel de Fascia. Il primo è un formaggio stagionato da poche settimane a circa 6/7 mesi ed ha un’ aroma molto particolare, mentre il secondo è un formaggio a crosta lavata ed è prodotto con latte intero.
Da gustare anche l’orzo, piatto tipico della cucina ladina, che può essere servito in forma di zuppa o anche come base di accompagnamento ad altri piatti. Molto interessante anche il comparto vinicolo, ci sono tante etichette da provare (attenzione a scegliere i prodotti locali). Un piatto che sicuramente è possibile apprezzare a Campitello di Fassa sono i ravioli cajonciè, piccoli a forma di mezzaluna e ripieni. Particolari anche i cajonciè serviti con erbe selvatiche della montagna, specialità unica che cresce solo nelle vaste distese di Campitello di Fassa.

 

Attività ed escursioni a Campitello: cosa fare in città

Da visitare assolutamente a Campitello la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo che ha un’anima duecentesca e sorge vicino alla famosa strada della Via Crucis. Il paese ha una forte componente religiosa ed è per questo decisiva una tappa in quelli che sono i luoghi sacri del paese. A Campitello è anche possibile fare una gita in funivia per ammirare il Col Rodella che, visto da lontano, ha una sorta di forma a panettone. In Estate è possibile recarsi in uno dei tanti centri sportivi dove vengono organizzate molte attività sia per adulti che per bambini e ragazzi. Tra queste vanno annoverate arrampicata, calcio, basket, minigolf, maneggio.

Da un punto di vista naturale è possibile ammirare i prati, le foreste millenarie, le rocce dolomitiche e chilometri di strade immerse nella natura. Per chi è amante del genere impossibile resistere alla tentazione di fare nordic walking, con sentieri anche impegnativi per i più esperti e strade e percorsi pensati appositamente per chi si cimenta la prima volta in questo sport.

Molto bello anche il percorso da fare in mountain bike, ci sono vari percorsi disponibili sia per chi ha più resistenza fisica che per coloro che sono alle prime armi. Il trekking qui è fenomenale, basta solo portare le proprie scarpette e lasciarsi guidare alla scoperta delle attività disponibili dalle guide locali.

Con 220 km di piste da sci e 86 impianti, Campitello è la culla dello sci che può svolgersi in tutto l’inverno e in quei periodi che lo consentono con la formazione di neve. Molte le iniziative organizzate dai centri locali, come la possibilità di fruire delle guide alpine, gli itinerari fuori pista nelle vallate, lo scii notturno, gli snowboarder, l’ice climbing, l’arrampicata sulle pareti di ghiaccio e il telemark. Campitello offre anche molti impianti di risalita, i circuiti si estendono per oltre 40 km. Le piste sono inoltre dotate di irroratori di neve artificiale, quindi anche negli inverni o nei periodi poco rigidi, questi vengono azionati per non deludere le aspettative dei turisti. Imperdibili sicuramente le arrampicate lungo le pareti ghiacciate, uno dei scenari più belli da provare.

 

Campitello a dimensione familiare: tutto il meglio per adulti e bambini

Arrivati in quota è anche possibile utilizzare le strutture di baby parking. Vengono comunque organizzate anche passeggiate per i bambini, che sono ovviamente strutturate su sentieri più sicuri, per le loro esigenze. Molte le iniziative simpatiche per le famiglie, quindi niente paura per chi viaggia con i bambini, potrà godere di tutte le attività accompagnato dai più piccoli senza problemi. In Val di Fassa tutte le strutture sono infatti attrezzate per far divertire non solo i bambini ma le famiglie al completo, con tutto il supporto, le guide e le attività pensate per non escludere nessun componente. Questo è uno degli elementi più favorevoli per organizzare la propria vacanza poiché gli abitanti del luogo sono molto ospitali ma anche precisi e ogni anno si rinnovano pensando alle esigenze di tutti gli avventori. In questo modo i turisti possono godere a pieno di tutte le attività locali, senza dover pensare alle difficoltà organizzative a cui, soprattutto chi viaggia con bambini, va incontro.

Relax e vacanze a Campitello in Val di Fassa

Campitello in Val di Fassa è la meta ideale per tutti coloro che vogliono concedersi giorni di relax a contatto con la natura ma anche divertirsi facendo delle escursioni e visitando i paesi vicini. Che si tratti di una gita in famiglia o di un fine settimana con gli amici, Campitello è la meta ideale con la sua natura, le sue attività e l’ottimo cibo. Gli abitanti sono molto aperti e disponibili, fulcro del successo a livello turistico di questo paese, oltre alla sua incredibile bellezza. Sarà un piacere lasciarsi trasportare dalle storie di chi vive ogni giorno quella realtà, una vita lontana dai sistemi industriali e dalle grandi metropoli. Sarà impossibile non innamorarsi a prima vista, lasciandosi cullare dai sapori locali, dalle distese che scendono a Valle e da tutta la bellezza che un luogo ancora così incontaminato ha da offrire.