Inverno a Vigo di Fassa in Trentino

Un paesino con poco più di mille anime, Vigo di Fassa è ricco di bellezze naturali, nonché uno dei Borghi più Belli d’Italia. Posizionato ai piedi del gruppo del Catinaccio, regala viste mozzafiato sulle vette che lo circondano e tramonti indimenticabili quando i raggi del sole si attenuano e infuocano le montagne ricche di dolomite, un minerale costituito da cristalli di colore bianco. Al calar del sole le pareti si tingono di arancione e rosso intenso, per poi andare via via a sfumare nel buio della notte. È impressionante come le Dolomiti riescano sempre ad emozionare e Vigo di Fassa è il luogo ideale per assistere a questo spettacolo, sia per la sua posizione proprio nel cuore delle Dolomiti, che per le vette che circondano e proteggono.

Scopriamo insieme cosa fare in inverno a Vigo di Fassa, attività all’insegna della neve, ma non solo!

Vigo di Fassa: il borgo

La prima cosa da fare in inverno a Vigo di Fassa è proprio scoprire il paesino: perdersi nelle vie, tra chiese con campanili aguzzi e case e fienili costruite in legno e pietra. Cammina lungo i vicoli coperti di neve ed immergiti nell’identità ladina assaggiando i prodotti tipici del territorio: hai mai provato dei ravioli con ripieno di fichi? A Vigo di Fassa ti basterà ordinare i “cajoncie da fighes” per farlo! Ma mi raccomando non tralasciare i formaggi tipici del territorio, come il Puzzone. Magari il nome non sarà proprio invogliante, ma fidati: nella tua bocca esploderà un’armonia di sapori.

Pieve di San Giovanni

Per gli appassionati di luoghi storici, una tappa irrinunciabile in inverno a Vigo di Fassa è la Pieve di San Giovanni. È la chiesa simbolo del paesino, perché al suo interno nasconde tutta la tradizione ladina. Un luogo di culto che ha accolto migliaia di pellegrini e non nel corso della storia e che, ancora oggi, è in grado di trasmettere tutto il suo fascino. Il campanile alto più di 60 metri, dalle tonalità grigie che si fondono con i materiali naturali come il legno del quale è rivestito il tetto. Alla base del campanile è ancora oggi possibile distinguere i resti di un affresco di San Cristoforo protettore dei viandanti. Accanto alla chiesa, infatti, passava la strada che attraversava tutta la vallata.

Museo Ladin de Fascia

Amanti della storia, ma anche semplici curiosi di scoprire qualcosa di più del borgo che stanno visitando, in inverno a Vigo di Fassa non possono non varcare le mura del Museo Ladin de Fascia. Vigo di Fassa è un borgo dal passato frenetico, che ha visto gli scontri più sanguinosi della Grande Guerra e che cambiò giurisdizione, passando dall’Austria all’Italia. Il museo si occupa proprio della tutela e della conservazione della cultura, tradizione e lingua ladina, cercando di rappresentare il popolo estremamente affascinante che ha abitato la zona nel corso degli anni.

Funivia Catinaccio

Un dislivello di 600 metri ti accompagnerà ad ammirare paesaggi spettacolari ricoperti da una soffice coltre bianca. La funivia parte proprio dal paese di Vigo di Fassa e ti condurrà al cosiddetto balcone panoramico naturale del Ciampedìe. Situato a 2000 metri di altezza, regalerà una vista stupefacente dalla quale potresti far fatica a riprenderti, ma una volta smaltito “l’effetto wow”, gli amanti della montagna troveranno un parco giochi tutto per loro. L’aria pungente non sarà un problema, perché l’emozione di sciare a 2000 metri paralizzerà piacevolmente i tuoi sensi. Ma l’inverno a Vigo di Fassa è adatto anche a chi viaggia con dei bambini: il Kinderpark Ciampedie Laurin si trova proprio a fianco della terrazza panoramica e, non a caso, è uno dei parchi più alto al mondo!

Vigo di Fassa è un borgo che racchiude millenni di storia e cultura ladina, in cui le Dolomiti hanno fatto da collante e custode di un popolo affascinante, che affonda le proprie radici in uno dei luoghi più belli d’Italia. Visitare Vigo di Fassa in inverno è qualcosa da fare almeno una volta nella vita, provare per credere!

About Author

Digitalianlab